Shopping cart
0,00€

Quanto deve mangiare il tuo gattino?

Quanto deve mangiare il gatto
Se ami gli animali condividi :-)

Sei da poco diventato un pet parent dando il benvenuto al nuovo cucciolo nella tua vita e non sai da dove iniziare?

Mentre il tuo amico più fedele è pronto a tenerti compagnia e proteggerti, ecco una guida nutrizionale per orientarti nel far felice il tuo micio e aiutarlo a crescere sano durante le varie fasi del suo sviluppo. Prima di tutto, per decidere la giusta quantità di cibo e la frequenza della pappa per il tuo nuovo amico a quattro zampe devi tenere in considerazione, oltre all’età, anche il suo stile di vita, abitudini e caratteristiche fisiche.

Noi di Animal Pappa sappiamo che hai a cuore il tuo nuovo animaletto, quindi ecco tanti preziosi consigli da seguire per il suo benessere e salute.

Non è un dettaglio la tipologia di cibo che intendi dare al tuo pet e che potrai scegliere su consiglio del tuo veterinario: cibo umido o cibo secco? Perché, a differenza  del corpo umano che si adatta al consumo di cibi diversi, il corpo e soprattutto la flora intestinale degli animali domestici mostrano differenze significative.

Il tuo Romeo dovrebbe mangiare in base all’età:

  • Cucciolo: Stai iniziando a capire il mondo del tuo micio e ti viene in mente il mito che i gatti vanno matti per il latte, perché anni fa le bottiglie di latte che arrivavano nelle case presentavano uno spesso strato di crema, dall’aspetto e odore accattivante per i piccoli felini.

    Tuttavia, tieni presente che i mammiferi non hanno il sistema digestivo adatto a metabolizzare il lattosio dopo lo svezzamento, quindi si consiglia di dare latte al tuo micio solo fino ai 2 mesi di vita.

    Nei mesi successivi il tuo amico ha bisogno di un’alimentazione facilmente digeribile e che fornisce energia e proteine vitali per la sua crescita e lo sviluppo. Quindi si consigliano spuntini più ravvicinati di anche 4 o 5 pasti al giorno.
  • Gattino: Durante questa fase per altri due mesi dovrai aggiungere 10 grammi di cibo a ciascun pasto. Successivamente, dai 6 agli 8 mesi, non dovrai ridurre la quantità giornaliera del cibo del tuo gatto, bensì la frequenza: i 5 pasti al giorno dovranno essere ridotti a 3 pasti composti da razioni comprese tra 40 e 60 grammi ciascuna.
  • Gatto adulto: Una volta che hai festeggiato il primo compleanno del tuo piccolo amico peloso dovresti iniziare a metterlo in una routine di alimentazione e, prima di riempire la sua ciotolina preferita, pensare sempre al suo benessere e salute.

Durante il passaggio da gattino giocoso a gatto adulto, è comunque importante assicurarsi che riceva tutti i nutrienti giusti di cui ha bisogno per rimanere felice. Perciò dovresti dare la pappa al tuo amico non meno di 3 volte al giorno.

  • Gatto anziano: Hai vissuto così tante avventure con il tuo compagno fedele , che lui  inizia a essere meno attivo, gioca di meno, il suo metabolismo si riduce. In questa fase, dopo quindi i suoi 7 anni di vita, il tuo micio inizia a essere considerato un gatto senior e ha esigenze nutrizionali diverse.

Tieni presente che per lui adesso sono sufficienti 2 pasti al giorno, che però siano buoni e in grado di fornire proteine concentrate di alta qualità, grassi controllati e carboidrati digeribili per l’energia.

Che stile di vita ha il tuo animaletto?

  • Gatto sveglio o pigro: Se hai abituato male il tuo gatto ed è diventato pigro, per i gatti le cose sono più difficili: la maggior parte di quelli che vivono in casa è in sovrappeso.
  • Un cane può facilmente fare una passeggiata, camminare o correre. Ma il tuo gatto trascorre la sua vita da un divano all’altro, mangia e dorme. Aiutalo a stimolarlo ad avere una vita attiva!

La tua gatta è in uno stato interessante?

Se la tua gattina ha deciso di regalarti l’emozione di nuovi cuccioli, devi prenderti cura di lei facendo attenzione alle esigenze diverse della sua alimentazione. Durante la gravidanza la tua piccolina deve avere tutta l’energia di cui ha bisogno per aiutare i feti a svilupparsi in maniera corretta, quindi deve avere cibo a disposizione e mangiare senza restrizioni. Non dimenticarti, inoltre, che è  fondamentale aumentare le riserve di grasso per prepararla all’allattamento. Ricordati anche di andare dal veterinario per controllare il suo stato di salute durante la gravidanza.

Cibo umido o cibo secco per il tuo micio?

Per scegliere l’alimentazione giusta ed equilibrata del tuo amico a 4 zampe dipende sia dalle tue preferenze che del tuo animaletto. Il tuo gatto adulto dovrebbe mangiare in media 40 grammi di cibo umido per ogni chilogrammo del suo peso.

Se, per esempio, il tuo amico felino  pesa 7 chilogrammi, dovrebbe mangiare 7 × 40 = 280 grammi di cibo umido ogni giorno.

Invece, per il dosaggio del cibo secco, bisogna fare lo stesso calcolo valido per il cibo umido e poi dividere per 3. Nel nostro caso, 280 : 3 = 93 grammi circa.

Questo perché l’alimento secco, essendo disidratato, è più concentrato, quindi il gatto ne deve mangiare di meno per ottenere il suo fabbisogno nutrizionale giornaliero. Se ti stai confondendo, non ti preoccupare, ecco una tabella per aiutarti nel dosaggio del cibo per il tuo animaletto:

Altri consigli utili per la salute della tua piccola dea egizia: 

  • Mantieni sempre la stessa ora e lo stesso posto, lontano dalla lettiera e in un angolo tranquillo;
  • Ricordati di verificare il cibo vietato ai gatti, che può essere molto pericoloso per la salute della tua gattina;
  • Consulta le tabelle nutrizionali presenti su ogni confezione;
  • Non dare  alimenti per gatti adulti;
  • Non dare ossa e lische di pesce;
  • La cioccolata alla tua piccola non fa bene; 
  • Non dare dolci al tuo animaletto e limita la frutta;

Il tuo gatto e  pronto a riempirti di coccole, tu sei pronto a prenderti cura di lui? Se hai dei dubbi sulla sua alimentazione, noi di Animal Pappa ci siamo.
Un miao saluto!

Se ami gli animali condividi :-)
Alimentazione gatto Gatto e abitudini
Previous reading
Monge – 20 Marzo
Next reading
L’obesità nei nostri amici a quattro zampe
Wishlist 0
Continue Shopping